IPERIDROSI – ECCESSIVA SUDORAZIONE

IPERIDROSI - ECCESSIVA SUDORAZIONE TRATTAMENTI

Iperidrosi - eccessiva sudorazione: diversi tipi, un solo trattamento efficace (la tossina botulinica!) 

iperidrosi

L'Iperidrosi, ovvero la sudorazione eccessiva, si presenta in diverse aree del corpo e può avere cause diverse. Il modo più veloce ed efficace per trattare questa patologia è la tossina botulinica!

Si definisce iperidrosi la condizione patologica in cui si ha una iperattività delle ghiandole eccrine con conseguente eccessiva produzione di sudore senza la necessità di mettere in atto la funzione di termoregolazione.

L’iperidrosi si divide da un punto eziopatogenetico in:

1.Idiopatica o primaria

2.Secondaria

L’iperidrosi si divide da un punto di vista topografico in:

1.Generalizzata

2.Localizzata

IPERIDROSI PRIMARIA

L’iperidrosi primaria deriva da una alterazione della regolazione del sistema nervoso autonomo delle ghiandole eccrine. Molto spesso è localizzata ad una sola area anatomica. Le aree maggiormente interessate da iperidrosi primaria sono: palme delle mani, piante dei piedi e ascelle. È spesso presente familiarità.

IPERIDROSI SECONDARIA

L’iperidrosi secondaria è dovuta a una alterazione della regolazione della sudorazione dovuta a fattori fisiologici (gravidanza, menopausa, febbre) o patologici (sindrome da carcinoidi, feocromocitoma, HIV, endocarditi, ipertiroidismo) o terapie (antidepressivi, ipoglicemizzanti orali, triptani, antipiretici, farmaci colinergici)

TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA

Numerosi studi hanno dimostrato che la Tossina Botulinica rappresenta la procedura terapeutica più efficace, semplice e veloce per l’iperidrosi localizzata di ascelle, palme delle mani e piante dei piedi. Si comincia da qualche tempo a utilizzare la Tossina Botulinica anche per il trattamento dell’iperidrosi del cuoio capelluto, della nuca e della regione pettorale. Il numero di iniezioni e il quantitativo totale di tossina da utilizzare dipende dalla estensione dell’area da trattare. L’area da trattare si definisce preferibilmente disegnando una griglia che si divide successivamente in quadrati di circa 1 cm2 ciascuno e si inietta la stessa quantità di prodotto al centro di ogni quadrato. Per il trattamento di mani e piedi si consiglia l’anestesia tramite infiltrazione di lidocaina dei nervi sensitivi.

SCOPRI QUALI SONO I TRATTAMENTI PER L’IPERIDROSI:


Tossina botulinica