Acido ialuronico puro: composizione e proprietà

I filler contengono acido ialuronico puro, una sostanza naturale e anallergica. Ecco nel dettaglio la composizione dell’acido ialuronico e le sue caratteristiche.

Tutti conosciamo i benefici che un filler professionale può donare al nostro viso: rughe distese, pelle più elastica e più morbida, forme ridefinite. Gli effetti “magici” di un filler professionale sono assicurati dalla sua composizione a base di acido ialuronico puro e, sebbene molti conoscano, e richiedano, questa sostanza, in pochi sanno di cosa si tratta realmente. Ecco qualche delucidazione.

Acido ialuronico: cosa è

L’acido ialuronico è una sostanza presente naturalmente nei tessuti connettivi del nostro organismo che conferisce alla pelle proprietà di resistenza e di mantenimento della forma. È composto da molecole polarizzate che hanno una elevata solubilità con l’acqua e che vengono eliminate tramite processi enzimatici.

In giovane età la produzione di acido ialuronico da parte dell’organismo è elevata e, anche se le molecole vengono eliminate quotidianamente, la pelle resta tesa ed elastica, proprio perché il rapporto tra molecole prodotte e molecole eliminate è costante. Con l’avanzare dell’età, invece, la produzione diminuisce, ma il processo di eliminazione continua sempre uguale, ed ecco che appaiono le tanto odiate rughe. L’unica soluzione per riscoprire una pelle liscia e un volto pieno, quindi, è quella di introdurre nel nostro organismo acido ialuronico e far fronte alla sua naturale diminuzione.

L’acido ialuronico è un elemento naturale, anallergico e riassorbibile, perché è una molecola che viene già prodotta ed eliminata tramite processi enzimatici da parte del nostro organismo.

Acido ialuronico: composizione chimica

Dal punto di vista chimico, l’acido ialuronico è un glicosamminoglicano non solforato e privo di core proteico, costituito da una catena polisaccaridica non ramificata prodotta dalla condensazione di migliaia di unità disaccaridiche, formate a loro volta da residui di acido glucuronico e N-acetilglucosammina che vengono legati tra di loro, alternativamente, da legami glicosidici β1→4 e β1→3, nonché da legami a idrogeno intramolecolari.

I benefici del filler con acido ialuronico

Un filler inserisce acido ialuronico nel nostro organismo in modo meccanico, attraverso le famose “punturine”. I risultati che si possono ottenere da questi interventi di medicina estetica si avvicinano ai risultati ottenuti dalla naturale produzione di acido ialuronico da parte dell’organismo in giovane età: pelle più liscia, volumi più definiti, rughe distese.

Le controindicazioni sono pressoché nulle, proprio perché i filler professionali introducono solo maggiore quantità di una sostanza già presente naturalmente nel nostro corpo, che verrà assorbita tramite processi enzimatici e per questo avrà bisogno di essere introdotta nuovamente per mantenere i risultati raggiunti.

L’acido ialuronico puro esiste davvero in commercio? 

L’acido ialuronico puro esiste, ma non come viene pubblicizzato dalle case cosmetiche che promuovono sul mercato creme e filler miracolosi in grado di appianare le rughe senza bisogno di intervento medico.

L’acido ialuronico puro viene processato dai nostri enzimi ed espulso dall’organismo con una velocità tale che non sarebbe in grado di offrire nessun miglioramento a livello estetico.

Per rallentarne la degradazione ed essere davvero efficace contro le rughe, quindi, l’acido ialuronico deve essere sottoposto a crosslinkaggio. Durante questo processo chimico, le molecole di acido ialuronico vengono legate ad altre sostanze che ne prevengono la degradazione e rendono gli effetti del filler più duraturi, pur mantenendolo interamente riassorbibile da parte dell’organismo. Il tipo di sostanze utilizzate durante il crosslinkaggio determina la tipologia e la qualità del filler.

Premesso che l’acido ialuronico puro non è disponibile sul mercato e non offre i benefici sperati, per trovare un filler che dia risultati e che contenga una combinazione di acido ialuronico puro e altre sostanze garantite per essere naturali e anallergiche è necessario affidarsi ad un medico estetico, che valuterà con attenzione le tue esigenze e ti saprà consigliare la soluzione più adatta.

Vuoi ringiovanire la tua pelle con un filler
a base di acido ialuronico?

Filler e botulino: Quali sono le differenze?

Filler e Botulino tendono spesso a venire confusi e capita che il paziente richieda il trattamento non adeguato alla sua condizione. Ovviamente il medico estetico riconosce il caso e propone quello più adeguato, ma se questo non succede? Mettiamo chiarezza su queste...

Massaggio olistico: quando l’estetica gioca d’anticipo

I trattamenti estetici agiscono sulle conseguenze del tempo e dello stress, ma si può agire in anticipo e mantenere la pelle bella fin da giovani. Ecco come. Fili in PDO, carbossiterapia, needling, filler,... Tutti i trattamenti estetici sono perfetti per cancellare i...

Fili in PDO: biostimolanti per la bellezza

Cosa sono i fili in PDO, come funzionano e che effetti hanno sulla pelle?    Fili in PDO: cosa sono Prima di addentrarci nei benefici e negli usi dei fili in PDO, è bene chiarire di che trattamento estetico stiamo parlando. I fili in PDO, conosciuti anche come...