Come curare l’acne da mascherina

Hai sempre avuto la pelle liscia, ma dal marzo scorso il mento e le guance si sono ricoperte di brufoletti? Potresti soffrire di Mask acne. Scopri cos’è e come curarla.

L’acne da mascherina, conosciuta anche come Mask acne o Maskne, è un inestetismo dovuto all’uso prolungato delle mascherine per il contenimento del Covid-19. In questo 2020 ne abbiamo sofferto un po’ tutti, sia chi ha sempre avuto problemi di acne, sia chi ha avuto per anni una pelle liscia e luminosa e dalla scorsa primavera si ritrova con punti neri e piccoli brufoli su mento e guance. È un inestetismo fastidioso, in alcuni casi anche doloroso, e non dipende dagli ormoni, come accade con l’acne giovanile o con i brufoletti che sorgono in gravidanza, ma eliminare l’uso della mascherina NON è la soluzione. Scopriamo insieme come prevenire la fastidiosa Maskne senza mettere a repentaglio la salute!

Per eliminare la Mask acne non devi togliere la mascherina, ma devi imparare 3 buone abitudini da mettere in pratica ogni giorno!

Quali sono le cause della maskacne

Come per altri tipi di acne, anche l’acne da mascherina è la diretta conseguenza di un’infiammazione dei follicoli. In questo caso, però, l’infiammazione non è dovuta ad un eccesso di sebo, bensì all’umidità e ai germi che si formano tra la pelle e la mascherina stessa. Anche le mascherine chirurgiche, sebbene abbiano un grado di protezione ridotto nei confronti del SARS-CoV-2, trattengono nella mascherina i temibili droplet e con essi batteri e virus che emaniamo quando parliamo o quando respiriamo. Inoltre, la mascherina non fa respirare la pelle e la fa sudare, creando uno spazio caldo, umido e ricco di germi che si depositano nei follicoli di mento e guance, causando per l’appunto la Maskne.

Come prevenire l’acne da mascherina

Fermo restando che la mascherina deve essere indossata ogni qualvolta usciamo di casa o ci troviamo a tu per tu con una persona che non fa parte del nostro nucleo familiare, possiamo prevenire l’acne da mascherina con alcune semplici abitudini:

1.Cambiare e lavare spesso la mascherina

Se tieni la stessa mascherina per un’intera giornata, con tutta probabilità a sera avrai il viso ricoperto da piccoli brufoli sottopelle. Cambia la mascherina almeno ogni 4/5 ore e, se usi mascherine lavabili, lavale a 60° dopo ogni utilizzo: eviterai che all’interno del tessuto restino intrappolati germi pronti ad attaccare i tuoi follicoli non appena rindossi la mascherina per uscire.

2.Evita il make-up su labbra e parte bassa del viso

Il make-up copre i follicoli, non lascia respirare la pelle e causa l’acne durante tutto l’anno, figuriamoci quando siamo costretti ad indossare la mascherina. Poiché nessuno vedrà le tue guance e le tue labbra quando sei fuori casa, evita di truccare la parte bassa del viso e potrai prevenire buona parte dei brufoli da Maskne.

3.Lava il viso prima e dopo aver indossato la mascherina

La vera arma a tua disposizione contro germi e batteri che causano l’acne da mascherina è la pulizia del viso, che puoi fare con saponi neutri o con saponi a base di acido salicilico. Nei casi più gravi, ovvero quando si è costretti ad indossare la mascherina per 10/12 ore al giorno, si può ricorrere anche a peeling chimici, ma questi devono essere effettuati da un medico estetico all’interno di un centro specializzato e dopo aver fatto un adeguato check-up della tua pelle.

Come curare l’acne da mascherina

Se il tuo viso è già stata vittima di Maskne e si è ricoperto di piccole cicatrici, puoi farlo tornare a splendere solo attraverso trattamenti estetici specifici.

Il più conosciuto è il laser che leviga la pelle cancellando i segni lasciati dai brufoletti, ma esiste anche il needling, una tecnica innovativa e indolore che ringiovanisce i tessuti, o le iniezioni di acido jaluronico che rimpolpano la pelle e rimarginano i segni dell’acne da mascherina.

Previeni e cura la Mask acne senza togliere la mascherina e mettere a repentaglio la tua salute. Rivolgiti ad un medico estetico che possa valutare il tu caso e consigliarti il trattamento migliore per riscoprire un viso liscio e luminoso.

Filler e botulino: Quali sono le differenze?

Filler e Botulino tendono spesso a venire confusi e capita che il paziente richieda il trattamento non adeguato alla sua condizione. Ovviamente il medico estetico riconosce il caso e propone quello più adeguato, ma se questo non succede? Mettiamo chiarezza su queste...

Massaggio olistico: quando l’estetica gioca d’anticipo

I trattamenti estetici agiscono sulle conseguenze del tempo e dello stress, ma si può agire in anticipo e mantenere la pelle bella fin da giovani. Ecco come. Fili in PDO, carbossiterapia, needling, filler,... Tutti i trattamenti estetici sono perfetti per cancellare i...

Fili in PDO: biostimolanti per la bellezza

Cosa sono i fili in PDO, come funzionano e che effetti hanno sulla pelle?    Fili in PDO: cosa sono Prima di addentrarci nei benefici e negli usi dei fili in PDO, è bene chiarire di che trattamento estetico stiamo parlando. I fili in PDO, conosciuti anche come...